Codicedeicontrattipubblici.it, A cura di Avv. Ornella Cutajar e  Avv. Alessandro Massari
Cerca nel Sito

Dlgs 18/4/2016,n.50   Dlgs 12/4/2006,n.163

Archivio News

TAR Lombardia Milano sez. IV 12/3/2019 

Contratti pubblici - Principio di rotazione, fissato dall'articolo 36 D.Lgs. n. 50/2016 per gli appalti sotto soglia - Mira a evitare il crearsi di posizioni di rendita anticoncorrenziali (Articolo 36, comma 1 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 5/3/2019

1. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Fondamento - Invito al contraente uscente - Riveste carattere eccezionale - Irrilevanza che il precedente affidamento in favore del contraente uscente fosse scaturito da una procedura di tipo aperto o di altra natura (Art. 36, c.19 (D.Lgs 50/2016))
2. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Interpretazione - Esclude che la procedura di selezione del contraente si risolva in una mera rinnovazione - In tutto o in parte, e comunque nei suoi contenuti qualificanti ed essenziali - Del rapporto contrattuale scaduto - elusione del principio di concorrenza a discapito degli operatori più deboli - Fattispecie (Art. 36, c.19 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 17/1/2019

1. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Finalita' - Contraente uscente - Obbligo di non invitarlo ovvero onere di motivazione del reinvito - Impugnazione dell'ammissione del contraente uscente nei termini previsti dall'art. 120, c.2bis, cpa e art. 29 dlgs. 50/2016 (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))
2. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Corollario del principio di libera concorrenza - Invito contraente uscente non motivato - Impugnazione - Non richiede alcuna prova della posizione di vantaggio da questi goduta, che è presupposta direttamente dalla legge (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Campania Salerno sez. I 5/11/2018

1. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Deve considerarsi servente e strumentale rispetto a tale principio di concorrenza e non può risolversi in un ostacolo ad esso - Precedente aggiudicatario - Soddisfazione sulla pregressa esecuzione del contratto - Può partecipare alla gara se viene estesa la platea dei concorrenti (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))
2. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Avviso di indagine di mercato - Sorteggio pubblico con inclusione precedente gestore nel sorteggio - Imparzialità nella scelta degli operatori economici invitati (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Lazio Roma sez. I 16/10/2018

Contratti pubblici - Principio di rotazione - Eccezionalità dell'invito all'affidatario uscente (Art. 36, c.1 e art. 63, c.6 (D.Lgs 50/2016))

TAR Lazio Roma sez. I 16/10/2018

Contratti pubblici - Principio di rotazione - Si applica anche alla procedura negoziata senza bando ex art. 63, c.6 dlgs. 50/2016 (Art. art. 63, c.6 e art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 2/7/2018

Contratti pubblici - Principio di rotazione - Criterio ispiratore non del tutto vincolante - Invito esteso a tutte le ditte che hanno manifestato interesse - Principio di rotazione degli inviti - Non trova applicazione (Art. 36, c.1 (D.Lgs50/2016))

TAR Sardegna sez. I 22/5/2018

Contratti pubblici - Appalti sottosoglia - Principio di rotazione - Deroghe limitate e motivate (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Calabria Catanzaro sez. I 14/5/2018

Contratti pubblici - Affidamento diretto ex articolo 36, comma 1, lett. a) d.lgs. n. 50 del 2016 - Principio di rotazione. Affidamento al contraente uscente eccezionale e onere motivazionale più stringente (Articolo 36, comma 1 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 3/4/2018

Contratti pubblici - Principio di rotazione - Finalità - Obbligo di non invitare contraente uscente - Ragioni (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Calabria Catanzaro sez. II 10/1/2018

Gare sotto soglia - Principio di rotazione di cui all'art 36, comma 1, del D.lgs. n. 50/2016 - Prevale sulla normativa generale in materia di appalti pubblici -. Deve, pertanto, ritenersi escluso l'obbligo per la stazione appaltante di invitare l'operatore uscente, trattandosi viceversa di una mera facoltà (Art. 36, comma 1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Toscana Firenze sez. I 2/1/2018

1. Contratti pubblici - Procedure negoziate - Principio di rotazione - Applicabilità anche alle concessioni di servizi (Art. 36, c.1 e c.2, lett. b) (D.Lgs 50/2016))
2. Contratti pubblici - Procedure negoziate - Principio di rotazione - Rotazione degli inviti - Comporta di regola l'esclusione del contraente uscente ovvero la motivazione circa l'estensione dell'invito - Fattispecie in materia di procedure telematiche (Art. 36, c.1 e c.2, lett. b) (D.Lgs 50/2016))
3. Contratti pubblici - Procedure negoziate - Principio di rotazione - Rotazione degli inviti - Avvenuta pubblicazione avviso per manifestazione d'interesse sul sito internet del comune e sulla piattaforma Start - Non costituisce ragione sufficiente per derogare al principio della "rotazione" (Art. 36, c.1 e c.2, lett. b) (D.Lgs 50/2016))

TAR Toscana sez. II 22/12/2017

Contratti pubblici- Principio di rotazione- Non ha carattere assoluto ma relativo- Potere della stazione appaltante di garantire la massima partecipazione alla procedura di gara, che si tratta di un principio servente e strumentale rispetto a quello della concorrenza (Articolo 30, comma 1 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 13/12/2017

Contratti pubblici - Principio di rotazione - Fondamento - Invito al contraente uscente - Onere di motivazione puntuale - Numero ridotto di operatori e soddisfazione maturata a conclusione del precedente rapporto (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. VI 31/8/2017

Contratti pubblici Concessioni - Principio di rotazione - Comporta in linea generale che l'invito all'affidatario uscente riveste carattere eccezionale e deve essere adeguatamente motivato, avuto riguardo al numero ridotto di operatori presenti sul mercato, al grado di soddisfazione maturato a conclusione del precedente rapporto contrattuale ovvero all'oggetto e alle caratteristiche del mercato di riferimento – ANAC, Delibera 26 ottobre 2016, n. 1097, linee guida n. 4)- Fattispecie- Documentazione di gara che non reca alcuna motivazione in ordine alle ragioni giustificative dell'ammissione alla procedura del precedente gestore- Conseguente violazione dell'art. 36, comma 2, lettera b) del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (Articolo 36, comma 1 e comma 2, lettera b) e artcolo 164, comma 2 (D.Lgs 50/2016))