Codicedeicontrattipubblici.it, A cura di Avv. Ornella Cutajar e  Avv. Alessandro Massari
Cerca nel Sito

Dlgs 18/4/2016,n.50   Dlgs 12/4/2006,n.163

Archivio News

Consiglio di Stato sez. V 12/2/2020

Contratti pubblici- Procedura di gara- Aggiudicazione- Richiesta di risarcimento del danno da immobilizzazione delle maestranze - Onere della prova- Non può essere ristorato per equivalente (Articolo 76, comma 5, lettera a) (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 12/2/2020

Contratti pubblici- Articolo 95, comma 15 del d.lgs. n. 50 del 2016 - Principio di invarianza della soglia di anomalia- Va inteso "per paralizzare gli effetti riflessi sulla soglia di anomalia, derivanti da modifiche incidenti a posteriori sul novero degli operatori economici legittimamente partecipanti" (Articolo 95, comma 15 (D.Lgs 50/2016))

Tribunale Regionale Giustizia Amministrativa Trentino Alto Adige Bolzano 4/2/2020

1. Processo amministrativo - Aggiudicazione - Annullamento - Per mancanza di requisiti di partecipazione alla gara - Legittimazione del concorrente escluso ad impugnare le successive fasi della gara - Esclusione (Art. 86, c.1 e art.32, c.7 (D.Lgs 50/2016))
2. Appalti pubblici - Gara - Requisiti soggettivi - In capo all'aggiudicatario - Momento di effettuazione delle verifiche - Possibilità di rinnovo, in ogni momento, da parte della stazione appaltante - Ammissibilità (Art. 86, c.1 e art.32, c.7 (D.Lgs 50/2016))

Tribunale Regionale Giustizia Amministrativa Trentino Alto Adige Bolzano 4/2/2020

1. Processo amministrativo - Ricorso principale e incidentale reciprocamente escludenti - Esame del ricorso principale - Anche in caso di accoglimento del ricorso incidentale - Necessità - Sussiste (Art. 68., c.1 (D.lgs 50/2016))
2. Appalti pubblici - Gara - Aggiudicazione - Con il sistema dell'OEPV - Requisiti prestazionali - Da verificarsi in sede esecutiva del contratto - Offerta priva dei requisiti minimi - Esclusione del concorrente - Illegittimità (Art. 68., c.1 (D.lgs 50/2016))
3. Appalti pubblici - Gara - Aggiudicazione - Con il sistema dell'OEPV - Requisiti minimi dell'offerta - Esplicitazione negli atti di gara - A pena d'esclusione - Necessità - Sussiste (Art. 68., c.1 (D.lgs 50/2016))

TAR Lombardia Milano sez. II 10/2/2020

1. Contratti pubblici – Quinto d’obbligo – Natura – Disciplina – Non va calcolato nel valore complessivo dell’appalto ex art. 35, c.4, dlgs. 50/2016 (Art. 106, c.12 e art. 35, c.4 (D.Lgs 50/2016))
2. Contratti pubblici – Quinto d’obbligo – Rientra tra le modifiche contrattuali, oggetto di variante, e si differenzia nettamente dai patti aggiunti al contenuto del contratto che si inseriscono nella fase di formazione del medesimo ed ai quali la norma in esame si rivolge - diritto potestativo di fonte legale e non negoziale, innestandosi ab externo sul contratto il cui valore può essere ridotto o incrementato per effetto di scelte operate solo ex post dalla stazione appaltante – Non assume rilevanza ai fini della determinazione del valore dell’appalto oggetto di gara - non se ne può dunque tenere conto neppure per le soglie di rilevanza comunitaria (Art. 106, c.12 e art. 35, c.4 (D.Lgs 50/2016))
3. Contratti pubblici – Quinto d’obbligo – Natura – Disciplina – Non va calcolato nel valore complessivo dell’appalto ex art. 35, c.4, dlgs. 50/2016 – Irrilevanza della previsione del capitolato speciale - Meccanismo che comunque opera ex lege, sì da non rientrare tra le voci “opzioni o rinnovi” previste di volta in volta dall’ente appaltante all’atto dell’indizione della gara. (Art. 106, c.12 e art. 35, c.4 (D.Lgs 50/2016))

Consiglio di Stato sez. V 12/2/2020

1. Contratti pubblici- Distinzione tra avvalimento c.d. tecnico od operativo e avvalimento c.d. di garanzia- Richiesta di fatturato c.d. specifico- Attiene alla capacità economica e finanziaria- Non occorre indicare uno specifico sostrato di mezzi aziendali da mettere a disposizione per l'esecuzione dell'appalto (Articolo 83, comma 4, lettera a) e articolo 89, comma 1 (D.Lgs 50/2016))
2.Contratti pubblici- Fatturato specifico - Va qualificato come requisito di carattere economico-finanziario e non risorsa tecnica - Fatturato minimo- Avvalimento di garanzia- Condizioni (Articolo 83, comma 4, lettera a) e articolo 89, comma 1 (D.Lgs 50/2016))

#Podcast - Avvalimento e subappalto dopo la sentenza C.d.S., sez. V, n.389/2020 (12/02/2020)

Nel podcast si esamina la significativa pronuncia del C.d.S., sez. V, n.389/2020 sui rapporti tra avvalimento e subappalto, nella quale si è affermato, tra l’altro, l’oramai definitivo superamento dei limiti al subappalto dopo le recenti sentenze della CGUE C-63 e C-402 del 2019.
La sentenza apre scenari problematici sui rapporti col sistema di qualificazione e col divieto di illecita somministrazione di manodopera.

TAR Lazio Roma sez. II 7/2/2020

Contratti pubblici - Procedura di dialogo competitivo - Obbligo di segretezza - Attiene al contenuto delle offerte e non alla semplice conoscenza dei partecipanti al dialogo

TAR Lazio Roma sez. II 7/2/2020

1. Contratti pubblici - Gara telematica - Semplice caricamento dei file nell'ambito della piattaforma negoziale - Non equivale a presentazione dell'offerta - invio della conferma - Deve avvenire entro i termini di scadenza previsti dalla lex specialis pena l'esclusione (Art. 58, c.1 (D.Lgs. 50/2016))
2. Contratti pubblici - Gara telematica - Malfunzionamenti della piattaforma tali da ritardare le operazioni di partecipazione - È onere del concorrente fornire un principio di prova non essendo sufficiente ipotizzare tale circostanza in maniera meramente generica ed ipotetica (Art. 58, c.1 (D.Lgs. 50/2016))
3. Contratti pubblici - Gara telematica - malfunzionamenti della piattaforma - Rallentamenti, fisiologici in tale tipo di trasmissioni - Costituiscono un'evenienza che resta a carico del soggetto partecipante, il quale deve premunirsi e mettere in essere le dovute attività in tempo utile (Art. 58, c.1 (D.Lgs. 50/2016))
4. Contratti pubblici – Gara telematica - Principio dell’equa ripartizione, tra soggetto partecipante e amministrazione procedente, del “rischio tecnico” di inidoneo caricamento e trasmissione di dati su piattaforma informatica - Criteri di autoresponsabilità dell’utente, su cui grava l’onere di pronta e tempestiva attivazione delle procedure - Esclusione dei malfunzionamenti del sistema imputabili al gestore (Art. 58, c.1 (D.Lgs. 50/2016))


TAR Lombardia Brescia sez. I 31/1/2020

1. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Non trova applicazione laddove il nuovo affidamento avvenga tramite procedure ordinarie o comunque aperte al mercato (Art. 36, c.1 e art. 58, c.1 (D.Lgs 50/2016))
2. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Deve essere applicato quando i posti disponibili per l'invito alla gara siano limitati a causa di ragioni oggettive, o quando l'invito sia la conseguenza di una prequalificazione gestita dalla stazione appaltante secondo valutazioni discrezionali, ad esempio attraverso un'indagine di mercato orientata da criteri selettivi (Art. 36, c.1 e art. 58, c.1 (D.Lgs 50/2016))
3. contratti Pubblici - Principio di rotazione - Richiesta di registrazione sulla piattaforma regionale (Sintel) nonché l'accreditamento all'interno dell'elenco fornitori telematico al fine di poter visionare i documenti e presentare offerta - Non vanno considerati come una fase di prequalificazione con valutazioni discrezionali della stazione appaltante, né sottoposta a contingentamento (Art. 36, c.1 e art. 58, c.1 (D.Lgs 50/2016))
4. Contratti pubblici – Principio di rotazione - Processo di qualificazione” sulla piattaforma Sintel – È una registrazione rilasciata in via automatica, semplice condizione tecnica di partecipazione alla gara telematica - Non è il risultato di una valutazione selettiva della stazione appaltante per l’inserimento in un elenco di soggetti economici affidabili, in grado di garantire pertanto il requisito di apertura al mercato della procedura escludendo al tempo stesso l’applicazione del principio di rotazione (Art. 36, c.1 e art. 58, c.1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Lazio Roma sez. III ter 11/2/2020

1. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Finalita' - Individuazione
2. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Non trova applicazione qualora il nuovo affidamento abbia - Rispetto al precedente - Oggetto e sedi differenti (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))
3. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Non può considerarsi "operatore uscente" il concorrente che abbia incorporato il precedente affidatario essendo soggetto giuridico diverso (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))
4. Contratti pubblici - Principio di rotazione - Non trova applicazione nel caso in cui la stazione appaltante gestisca l'affidamento mediante Rdo Mepa preceduta da apposito avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazioni di interesse (Art. 36, c.1 (D.Lgs 50/2016))

TAR Campania Napoli sez. I 10/2/2020

Contratti pubblici - Procedura di gara- Dichiarazioni o documenti non veritieri- Articolo 80, comma 5, lett. f-bis- Ratio della norma – Obbligo del concorrente di verifica delle dichiarazioni e della documentazione anche non direttamente ricadenti all'interno della propria sfera giuridica. Si tratta di un'applicazione del principio cuius commoda, eius et incommoda, secondo cui a colui che ha vantaggi, spettano anche i conseguenti svantaggi. (Articolo 80, comma 5, lettera f-bis (D.Lgs 50/2016))

TAR Campania Napoli sez. I 11/2/2020

Contratti pubblici - Disciplina di gara- Chiarimenti c.d. "restrittivi"- Sono inammissibili - Violazione del rigoroso principio formale della lex specialis, posto a garanzia dei principi di cui all'art. 97 Cost.- Art. 59, co. 1-bis, del codice dei contratti - Requisiti minimi per lo svolgimento della progettazione oggetto del contratto posseduti dalle imprese attestate per prestazioni di sola costruzione attraverso un progettista raggruppato o indicato in sede di offerta- Aggiunta dell'ipotesi del professionista "indicato" con l'art. 1, co. 20, lett. m) della l. n. 55/2019 - Ha carattere carattere chiarificatorio di una facoltà degli operatori economici comunque preesistente, in assenza di un divieto espresso nella precedente formulazione del comma in questione. (Articolo 71, comma 1 e articolo 59, comma 1-bis (D.Lgs 50/2016))

Deliberazione A.N.A.C. 29/1/2020 n. 80

1.Contratti pubblici - Obbligo per le stazioni appaltanti di utilizzare gli strumenti telematici per lo svolgimento delle procedure di affidamento - Ratio - Facilitare l'ingresso nel mercato europeo dei competitors, soprattutto di quelli esteri (Articolo 40, comma 2 e articolo 52, comma 4 (D.Lgs 50/2016))
2.Contratti pubblici- Conflitto di interesse individuato all'articolo 42 del codice dei contratti pubblici- Interferenza tra la sfera istituzionale e quella personale del funzionario pubblico- Si ha quando le decisioni che richiedono imparzialità di giudizio siano adottate da un soggetto che abbia, anche solo potenzialmente, interessi privati in contrasto con l'interesse pubblico-Sono richieste verifiche in concreto e "prove specifiche", mentre non è sufficiente effettuare mere ipotesi congetturali (Articolo 42, comma 2 (D.Lgs 50/2016))

Deliberazione A.N.A.C. 29/1/2020 n. 79

1.Contratti pubblici- Facoltà di non aggiudicare una gara, in caso di ritenuta non convenienza economica o di idoneità tecnica dell'offerta- Risponde ad un'immanente valutazione dell'interesse pubblico attuale da parte del committente che trova fondamento nel principio generale di buon andamento (Articolo 95, comma 12 (D.Lgs 50/2016))
2.Contratti pubblici- Facoltà di non aggiudicare- Concetto di non convenienza dell'offerta - Va riferito ad elementi di tipo prettamente economico- Concetto di non idoneità - Ha una portata più ampia, in quanto attiene alla non conformità dell'offerta rispetto alla soddisfazione delle esigenze per le quali la procedura era stata bandita (Articolo 95, comma 12 (D.Lgs 50/2016))
3. Contratti pubblici- Gara da aggiudicarsi secondo il criterio più basso - La stazione appaltante ha sempre il potere discrezionale di effettuare una valutazione di convenienza economica dell'unica offerta rimasta in gara (Articolo 95, comma 12 (D.Lgs 50/2016))